Natale in viaggio tra gli alberi più belli del mondo

Natale in viaggio tra gli alberi più belli del mondo

Dagli Usa al Brasile, dalla Spagna all’Inghilterra: la top five degli abeti più bizzarri
Le installazioni più bizzarre ed originali accendono d’estro ed ingegnosità le città

Ormai manca poco al Natale, e tra palline multiformi e luci colorate, per le strade delle città si ammirano svariati abeti. Dagli Usa al Brasile, dalla Spagna all’Inghilterra, nel corso degli anni la tradizione natalizia è mutata soprattutto nelle tecniche di creazione. Nelle piazze di tutto il mondo, l’albero di Natale si è evoluto in fantastiche raffigurazioni artistiche.
 Quale occasione migliore per viaggiare ed ammirare tali bellezze? Dagli alberi di Natale più romantici a quelli ecologici, la seguente top five presenta le installazioni natalizie più bizzarre ed originali, che nel mese di dicembre si accendono d’estro ed ingegnosità.
Uno degli alberi di Natale da capogiro è l’Emirates Chirstmas Tree, il quale, come da copione, è ospitato già da alcuni anni presso l’Emirates Palace Hotel ubicato ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. L’abete, di circa 13 metri di altezza, è arricchito da ben 200 pietre preziose. Un’opera scintillante composta da zaffiri, diamanti, smeraldi e rubini incastonati a loro volta su accessori d’oro dal pregiato valore economico. Non a caso, il prezzo di mercato dell’intero albero di Natale ammonta ad 11 milioni di dollari e la sua accensione si annovera tra uno degli appuntamenti più importanti da veri fashionisti.
Dal momento che la tecnologia 3.0 sta prendendo sempre più piede, al secondo posto in classifica si annoverano opere uniche per ingegnosità. Si sta parlando delle luminarie e dei ganci pirotecnici dell’albero di Natale galleggiante di Rio de Janeiro. Un’autentica opera d’arte, che si annovera anche nel guinness degli alberi più alti del mondo, grazie ai suoi 85 metri di altezza. Qui il Natale arriva in estate e pare sia celebrato con moltissima euforia tanto quanto il Carnevale, dimostrando un’eccellente capacità organizzativa per feste molto particolari. Un Natale da veri millenial!
A proposito di climi caldi, nella lista si aggiudica il terzo posto l’abete energetico di Barcellona che dal 2008 anima Plaça de Catalunya. L’investimento dell’articolato sistema di pannelli fotovoltaici è stato pari a € 214.000,00, sfruttando i raggi solari, tramite il supporto dell’energia prodotta da due biciclette, ed altre installazioni sostenibili dedicate all’intrattenimento di cittadini e turisti. Una forte eticità verso uno dei temi più importanti degli ultimi tempi, l’energia ecosostenibile. Un’opera simbolo che si fa leggere tra le righe, sottolineando così il tema dell’amore, l’affetto e l’attenzione per nostra madre Terra.
Infine, dalle creazioni più romantiche e d’avanguardia, si passa al tradizionale albero di Natale, uno dei più famosi, il Rockfeller Christmas Tree di New York, il quale ogni anno vede milioni di turisti raggiungere il Rockfeller Center per assistere con trepido entusiasmo alla sua accensione. Un’atmosfera hollywoodiana, resa speciale da 45.000 luci al led sparsi su un grandissimo abete rosso addobbato da innumerevoli cristalli. Un cimelio dell’arte natalizia che anche quest’anno, per la nona volta, è stato donato all’associazione Habitat for Humanity con il fine di costruire una dimora per le famiglie meno abbienti. E se di famiglie si tratta, a Londra l’albero di Natale è firmato Disney: presso la stazione di St. Pancras, infatti, è stato installato un abete interamente ricoperto da autentici pupazzi. Una magica accoglienza per grandi e piccini, che potranno portare via con sé uno dei peluche dello Store.  
Michela Serafino

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf