La Gonalgia: il ginocchio doloroso

La Gonalgia: il ginocchio doloroso

La Gonalgia è il termine medico usato per indicare un generico “dolore al ginocchio” ed è un sintomo riferito molto frequentemente dai pazienti, indipendentemente dalla loro età e dal loro sesso. Si distinguono diverse forme di gonalgia a seconda delle strutture anatomiche coinvolte (capi ossei, tendini, menischi, ligamenti, cartilagine) e soprattutto della localizzazione del dolore articolare (anteriore, mediale, laterale, posteriore).
Diverse sono anche le cause di gonalgia. Le più frequenti sono: i traumi (negli sportivi e non), il sovraccarico funzionale (dovuto a dismetrie degli arti, a patologie della colonna vertebrale, ad obesità), l’usura delle strutture anatomiche (per lavori come il muratore o il piastrellista), le malattie infettive (soprattutto batteriche), le malattie metaboliche (gotta, condrocalcinosi), le malattie reumatiche (artriti, artrosi) e i tumori (benigni e maligni).
In particolare negli anziani la causa più frequente di gonalgia è data dall’artrosi del ginocchio, mentre nei giovani e negli sportivi dagli eventi traumatici.
Dal punto di vista clinico la gonalgia può manifestarsi come un dolore di intensità variabile, acuto o cronico e può accompagnarsi a segni locali di calore, tumefazione (in caso di versamento articolare) e limitazione funzionale. Altri sintomi e segni clinici possono essere la deformazione del ginocchio, il senso di debolezza o di instabilità dell’articolazione con conseguente difficoltà a mantenere la stazione eretta, l’impaccio nei movimenti fino al blocco articolare e gli scricchiolii. Questi sintomi locali possono associarsi a sintomi extraregionali (ad esempio dolore alla colonna vertebrale) e sistemici (ad esempio febbre, astenia), a seconda della causa del dolore articolare.
La diagnosi viene posta attraverso un’accurata valutazione clinica del paziente e mirati esami diagnostici (radiografia, ecografia, RMN e TAC), da scegliere sulla base dell’indicazione dello specialista che si orienterà tra i vari tipi di gonalgia.
Il percorso terapeutico prevede l’utilizzo di farmaci (analgesici, antinfiammatori, condroprotettori), rimedi riabilitativi e procedure chirurgiche (artroscopia, meniscectomia), laddove sia necessario. Molto efficaci sono i seguenti accorgimenti e trattamenti: riposo con ginocchio appoggiato su un cuscino; crioterapia (ghiaccio); infiltrazioni di cortisone; sedute di fisioterapia e di agopuntura.
Dal punto di vista della prevenzione, è opportuno mantenere un peso corporeo ideale, utilizzare calzature adeguate, correggere i difetti posturali ed eseguire un moderato esercizio fisico. Uno stile di vita sano ed equilibrato serve a mantenere il benessere psico-fisico, utile a prevenire i dolori articolari compresa la gonalgia.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf