Bambini incompresi?

Bambini incompresi?

Riconoscere la Sindrome di Asperger. I sintomi: ipersensibilità alle stimolazioni e difficoltà nell’accettare i cambiamenti
della dott.ssa Anna Maria Antonucci
Psicologa dell'apprendimento

La sindrome di Asperger è considerata un disturbo dello sviluppo dello spettro autistico: un più recente inquadramento diagnostico, tuttavia, considera tale disturbo al di fuori di questa categoria. Come l’autismo si distingue per la cosiddetta triade sintomatologica che implica complicazioni nelle aree di comunicazione, relazione ed interessi.
Il disturbo esordisce nell’infanzia e si accompagna ad una proprietà di linguaggio sviluppata e ad un’intelligenza nella norma o a volte superiore. I bambini Asperger hanno una ottima capacità di elaborare informazioni, ma possono incontrare disagio nel gestire l’empatia e le relazioni sociali: questo comporta difficoltà nell’interazione col mondo circostante e fa si che queste persone possano avere problemi al livello di comprensione delle norme sociali finché non siano loro esplicitate.
Il bambino con sindrome di Asperger ha una maniera particolare di elaborare le informazioni e una modalità di pensiero a volte bizzarra. Spesso incontrano difficoltà nell’avviare interazioni sociali: possono sembrare antipatici, saccenti, distratti, pigri, disordinati, strambi, goffi. Alcune volte non avendo una buona percezione dello spazio individuale possono comportarsi in maniera invadente. Il bambino ricerca la socializzazione ma non sa come fare e spesso viene escluso divenendo vittima di bullismo o capro espiatorio. Il linguaggio è spesso connotato da bizzarrie, con uso di un lessico a volte forbito e circonlocuzioni, e da una prosodia monotona. La comprensione di modi di dire, di frasi ironiche o con doppio senso è per loro estremamente difficile.
Questi bambini possono avere inoltre una ipersensibilità alle stimolazioni e tollerare con difficoltà i cambiamenti: un rumore molto forte può diventare per loro assordante, delle luci particolari possono diventare accecanti. Può accadere che non abbiano un buon controllo dell’elaborazione dell’atto motorio e spesso a questo è associato una goffaggine motoria e un’incapacità nello svolgere cose semplici come allacciarsi le scarpe o leggere l’orologio. Camminare e impugnare correttamente la penna possono essere attività difficoltose. I bambini con sindrome di Asperger presentano fin dal secondo terzo anno di vita un repertorio di interessi ristretto e singolare per esempio per parti di un oggetto come le ruote di una macchinina o gli interruttori elettrici. Successivamente possono diventare dei collezionisti accurati e ossessivi.
Molto utili per questi bambini sono gli interventi cognitivo-comportamentali mirati all’acquisizione delle abilità sociali il cosiddetto social skill training: lo sviluppo della consapevolezza, la presa di prospettiva, la gestione e la comunicazione delle emozioni sono i principali obiettivi del trattamento riabilitativo. In età scolare sono utili gli interventi educativi individualizzati in modo da tenere conto delle specifiche esigenze correlate col disturbo. Spesso grazie a particolari doti come una fervida memoria, una notevole velocità nell’apprendimento e il perfezionismo, possono eccellere nel proprio campo di competenza e di interesse. Molte persone Asperger con notevole impegno e forza di volontà riescono ad imparare determinate regole sociali e ad avere un buon controllo fino a raggiungere un’autonomia che gli consente di avere un buon adattamento sociale contribuendo ad arricchire il mondo con il loro peculiare e unico modo di vedere la realtà.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf