Tutti i benefici del tocco terapeutico

Tutti i benefici del tocco terapeutico

Come la mano ascolta, trasmette, sblocca.

Dopo il cervello, la pelle è il più importante dei sistemi organici.
A cura di Ines Panessa


Nella nostra mente e nel nostro corpo portiamo tutta la nostra storia. Attraverso il corpo si può arrivare alla psiche e viceversa la psiche inscrive tutto il vissuto conscio e inconscio sul corpo. Il tocco terapeutico, ovvero il contatto fisico fornisce la chiave per leggere ciò che portiamo scritto su di esso e instaura un dialogo armonico tra corpo e mente. Questa decodifica viene attivata da un mezzo molto semplice: le mani. La mano ascolta, trasmette, riceve, calma, lenisce, sblocca.

E dunque il tocco terapeutico su zone dove ristagnano blocchi e tensioni può permettere di ricomporre l’integrità psicosomatica dell’uomo. Il senso del tatto è il primo a svilupparsi, da questo possiamo desumere che sia anche il bisogno primario dell’uomo. L’uomo all’atto della nascita abbandona definitivamente la dimensione amniotica in cui viene continuamente cullato e massaggiato. Da questo momento in poi si sente spinto a ricercare in continuazione quell’approccio fisico che appaghi il suo bisogno di affettività, di protezione, di attenzione, di relazione.

La mano mentre massaggia ci guida a quel primitivo benessere psico-fisico dove tutto funziona senza sforzo, in modo armonico, facendoci distaccare dal mondo esterno e mettendoci in contatto con quello interno. Nel contatto fisico attraverso il massaggio si racchiudono mille emozioni, migliaia di sensazioni assolutamente vere. In realtà sono i fantasmi della mente che fanno nascere nell’uomo la paura di essere toccato, di toccare. Tutto questo è strettamente associato ai tabù legati alla sessualità. Per questo dal punto di vista terapeutico il massaggio è importante per dissolvere questa erronea concezione e permettere all’uomo di vivere la sua corporeità come fonte di benessere e non di malessere. Dopo il cervello la pelle è il più importante dei sistemi organici.

Non a caso attraverso la stimolazione dei recettori presenti su di essa è possibile sostituire il dolore con il piacere e ristabilire un equilibrio turbato. Gli equivoci creati dalla nostra mente e registrati dal nostro corpo possono essere eliminati quando entrambi vengono messi in grado di esprimersi liberamente e sinergicamente. Molte persone cercano di nascondere i loro blocchi, le loro paure dentro il corpo nella speranza di farli diventare una parte segreta di cui nessuno può venire a conoscenza, neppure loro stessi. A volte grosse tensioni possono restare nascoste per lungo tempo per poi trasformarsi in dolori, malattie, e disagi psico-emotivi. La mano fisicamente e simbolicamente aiuta a sospingere via ciò che si è bloccato in un determinato punto, rimettendo in moto quella spinta vitale che alberga in ognuno di noi e permettendoci di fluire armonicamente nella nostra esistenza.

Massaggiare significa portare un cambiamento al corpo e trasformarlo. Una mano calda e rassicurante è quanto di meglio per superare stress e frustrazioni, per sciogliere tensioni, per sedare il dolore sia fisico che morale. Il massaggio a livello emotivo può essere vissuto come una scintilla che accende l’amore per il nostro corpo e di conseguenza ci sentiamo più portati ad amare noi stessi e gli altri.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf