Il 2016 sarà nel segno dei bambini

Il 2016 sarà nel segno dei bambini

Un selfie-calendario per i diritti dell’infanzia

L’idea creativa della Camera Minorile di Capitanata con Dirittominorile.it Il punto di Maria Emilia De Martinis, avvocatessa e presidentessa CMC

C’è l’adulto che si ricopre di post-it con la scritta “Felicità”, a mo’ di promemoria, e il bambino vestito da Spiderman che, davanti ad una lavagna, rivendica il suo sacrosanto diritto al gioco. A vivere la sua età. Sono due istantanee di impegno sociale, tra le tante pubblicate nel selfie-calendario che in questi giorni viene distribuito gratuitamente in città, per diffondere la conoscenza di quelli che sono i diritti fondamentali dell’infanzia e dell’adolescenza e sensibilizzare la città sul tema. E’ l’iniziativa promossa dalla Camera Minorile di Capitanata, associazione di avvocati e giuristi che unisce oltre 50 togati tra Foggia e provincia che si occupano, specificatamente, del diritto di famiglia e del diritto minorile. A capo di tutti, vi è Maria Emilia De Martinis, foggiana, avvocatessa per passione e vocazione. La Camera Minorile di Capitanata, quindi, entra nelle case dei foggiani con il selfie-calendario, proponendo, ogni mese, una riflessione su un diritto inviolabile dell’infanzia e dell’adolescenza. Tante foto per illustrare col sorriso un diritto da tutelare: salute, famiglia, istruzione, felicità. La Camera Minorile di Capitanata, con il portale Dirittominorile.it, diretto dall’avvocato Massimiliano Arena, di diritti ne ha scelti 12 abbinando a ciascun postulato uno o più selfie a tema. “E’ un modo per indurre una riflessione e sensibilizzare la città. Ma in modo creativo, semplice e positivo”, spiega l’avvocato De Martinis, che con i colleghi Arena, Anna Lucia Celentano, Annalisa Cancellaro e Stefania Marottoli (prematuramente scomparsa), otto anni fa contribuì a fondare l’associazione che oggi presiede. La città ha risposto in modo sollecito e partecipe all’iniziativa: “Abbiamo ricevuto tantissime foto e le abbiamo selezionate poi seguendo i criteri del bando che avevamo lanciato”. Tra i selfie ricevuti, c’è anche quello del Foggia Calcio con la formazione al completo. “Purtroppo, ad oggi, sono tantissime le situazioni che minacciano i diritti dei bambini. In particolare, quelle che si vengono a creare in modo contestuale ai processi di separazione o divorzio dei genitori”. Situazioni che tracciano scenari nuovi, tutti da indagare, che investono la scuola, le agenzie formative, gli spazi sociali e che richiedono riflessioni e strumenti di tutela sempre nuovi. Una realtà che vede coinvolta anche Foggia. “La fotografia della città non è positiva: c’è davvero tanto da fare, e non solo come cultura del diritto. C’è tanto da lavorare nella gestione e amministrazione degli spazi, o per garantire il rispetto delle età adolescenziali e dell’infanzia. Situazioni che sono figlie tanto di condizionamenti sociali, quanto di mancanza di conoscenza e sensibilità”, spiega De Martinis. “Ci sono cose che si potrebbero creare o conservare senza particolari costi, ma solo con un po’ di sensibilità in più”. Per quella che è la sua esperienza lavorativa (è tra le altre cose, curatrice e tutrice nominata dal Tribunale dei Minorenni, una delle tante attività che svolge grazie al prezioso supporto della collega Marcella Vitale, ”il mio braccio destro e sinistro”, spiega), il diritto che ha maggiormente a cuore è il diritto alla famiglia: “Perché per lavoro vedo tanti, troppi bambini crescere in comunità”, spiega scostando per un attimo le cortine di una realtà non sempre facile da affrontare, e che definisce a volte “psicologicamente massacrante”. Ciononostante sa di non poter fare altro che questo lavoro. “Sono avvocato dal 2004; dopo aver studiato qui, a Foggia, ho iniziato a fare pratica in tutt’altro ramo e settore. Poi ho trovato la mia dimensione in questo campo, delicatissimo ma altrettanto importante”. Per quanto riguarda la sua carica di presidente (ogni mandato dura tre anni), “Non ho un obiettivo in particolare da perseguire. Ma tanti e generalizzati. Ogni progetto portato a termine è per me un traguardo importante: questo mi aiuta a raccogliere più risultati e ad affrontare ogni progetto con lo stesso entusiasmo”. Un risultato importante, però, l’avvocato De Martinis e tutta l’associazione lo centreranno il prossimo settembre, quando a Foggia si terrà il Congresso Nazionale delle Camere Minorili d’Italia. “Si tratta dell’incontro annuale durante il quale verranno discusse in assemblea le linee guide per le associazioni, ma anche e soprattutto proposte di legge o modifiche che la Camera Minorile porta nelle varie Commissioni”. La scelta della città avviene su candidatura, ma viene premiata la Camera che si è mostrata particolarmente attiva e vivace. Un piccolo orgoglio foggiano.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf