Yellow and Grey, la moda è libertà d’essere

Yellow and Grey, la moda è libertà d’essere

La storica boutique si lancia in una nuova sfida
Inaugurato “Angela F” in piazza Giordano

Trent’anni in un soffio, senza mai perdere lo smalto e l’entusiasmo dei primi tempi. Tre lunghi decenni di cambiamenti, ‘traghettati’ con buon senso e buon gusto, ed infiniti giorni di impegno e passione che oggi si trasformano in una sfida tutta nuova. E’ questa, in pochi e rapidi flash back, la storia di Yellow and Grey, di via Tugini, a Foggia. Inevitabilmente, le pagine della moda foggiana sono state scritte tra le mura della boutique che taglia il traguardo dei trent’anni di attività e si lancia in una nuova avventura: un nuovo punto vendita, ‘Angela F’, inaugurato ad aprile nella centralissima Piazza Giordano.

Lo store, che si estende su una superficie di 80mq, nasce come amplificatore della prima boutique, di cui seguirà i criteri-cardine che ne hanno decretato il successo. Innanzitutto la qualità e l’eleganza del Made in Italy, poi la ricerca di capi e modelli originali, di linee e tendenze intercettate in anteprima, in giro per l’Europa, dalla titolare Angela Francavilla. E’ lei l’anima dell’attività, è lei che ha fatto della passione per la moda la sua vita, e viceversa. E’ con la moda che noi comunichiamo, ogni giorno, spiega convinta. “Ed è attraverso di essa che possiamo emanciparci, imparando a ‘vestire’ la nostra testa, la nostra essenza, prima che il nostro corpo. E’ un settore che non può conoscere crisi. Può essere in crisi lo stile e il buon gusto, ma mai la moda: quella la facciamo noi ogni giorno”. Questa la filosofia che da sempre guida le sue scelte. Infatti, tutto inizia dalla ricerca dei capi giusti, spulciando tra le varie collezioni proposte (in questo, il suo fiuto è da vera talent scout) in Italia ed in Europa.

Ogni lavoro ha una propria etica e va svolto con impegno, competenza e passione. E’ questa forse la ricetta del successo”, spiega Angela che col marito Ciro Favatà (in foto) sono ali&radici dell’attività: da un lato la parte creativa, perfettamente incarnata dalla padrona di casa, dall’altra la parte razionale, economica, burocratica. Due facce della stessa medaglia. “Credo molto nella libertà di vestire più mentale che fisica”, puntualizza ancora Angela, che combatte una vera e propria crociata contro la sciatteria e la massificazione di gusti e consumi. “Bello non vuol dire costoso. Vuol dire originale: per questo non credo che abbiamo bisogno di tutorial o di seguire una massa anonima e informe che legittima ogni scelta. Bisogna avere il coraggio di conoscersi e sperimentarsi per comprendere ogni giorno chi vogliamo essere, cosa vogliamo indossare”.

30 ANNI di Yellow and Grey (1985-2015)
Per celebrare il traguardo dei 30 anni, Yellow and Grey ha organizzato una originalissima mostra, recuperando dagli armadi di clienti storiche e affezionate, interi outfit acquistati negli anni presso la boutique di via Tugini. Dal marzo 1985, data di inaugurazione, ad oggi: oltre 200 capi, catalogati ed esposti in un allestimento storico che ha ripercorso gli ultimi tre decenni di moda e che ha visto le spalline dei dorati anni ‘80 accanto alle linee minimaliste degli anni 2000.




Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf