Bianco regale tra fascino e seduzione

Bianco regale tra fascino e seduzione

Tessuti nobili e modelli principeschi per gli abiti da sposa 2016
Le nuove collezioni si ispirano alle nozze reali:
tra pizzi, sete e mikado, ball gow o trumpet: scegli il tuo stile


Se gli abiti bianchi di Kate Middleton e Beatrice Borromeo ti hanno fatto sognare, le collezioni 2016 dei maggiori brand  fanno al caso tuo. Ogni sposa, infatti, potrà sentirsi una principessa moderna, sfoggiando abiti che coniugano l’inimitabile artigianalità del made in Italy, plasmata su tessuti di prima qualità.


Un lusso che si manifesta anche attraverso la magistrale lavorazione dei dettagli, con un occhio di riguardo alle tendenze dei tempi. Dopo le ultime nozze reali, infatti, si riaccendono i riflettori sui ball gown, gli abiti principeschi con gonna ampia, il cui romanticismo trionfa anche grazie alla portabilità di questo stile. Abiti sontuosi, morbidi, vaporosi che stanno bene a tutte ma vengono reinterpretati in chiave moderna per accontentare anche le spose più giovani e intraprendenti: le nuove collezioni sono un trionfo di colore, come i toni cipriati adatti all’inverno, passando per preziosi dettagli in nero e blu elettrico per una sposa  all’avanguardia, fino ai più delicati colori pastello da indossare nella bella stagione.

Il risultato è uno stile regale, in cui la sensualità si fa spazio tra la trasparenza dei pizzi, i corpetti succinti e il punto vinta sottile evidenziato da cinture e fiocchi. L’allure nobile è dato anche dai tessuti utilizzati come il pizzo francese, la seta, l’organza e le pregevoli lavorazioni damascate. Tuttavia, la vera novità del momento è il mikado, stoffa pregiata in grado di conferire un aspetto regale e rigoroso a qualsiasi abito. Lo scollo a cuore vive una battuta d’arresto; è il momento di gloria invece della manica a giro oppure della manica lunga, ideale per le temperature più rigide ma che resiste anche in estate per via del suo allusivo vedo-non vedo.

Omaggiano sicuramente la nuova signora Casiraghi, gli abiti dalla linea morbida, con strascico e mantello strategicamente fermato sulle spalle con ricami preziosi e inserti floreali. Le spose che anche il giorno del sì vogliono sedurre con la propria fisicità potranno farlo senza discostarsi dallo stile bon ton delle nuove collezioni, sfruttando a proprio vantaggio i modelli trumpet (semi sirena)  o leggermente svasati: fasciano ma non troppo con una decorazione fatta apposta per creare furbe illusioni ottiche. Piacerà alle più audaci l’abito effetto tatuaggio, in cui il pizzo viene posizionamento strategicamente a coprire un sottile velo che cela la pelle nuda: per essere una  sposa aristocratica via libera solo ad una profonda scollatura sulla schiena. Infine, un abito principesco si completa degnamente con un velo lungo, impreziosito sul bordo da ricchi ornamenti di pizzo e cristalli.     

Dalila Campanile

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf