La “rivoluzione” del tessile

La “rivoluzione” del tessile

L’arredamento della casa deve essere periodicamente rinnovato, chiaramente con meno frequenza del guardaroba, ma non con meno attenzione. La casa, in quanto specchio del nostro io, merita una cura costante e portare una ventata di novità all’interno della propria abitazione la rende ancora più accogliente. Cambiando la componente tessile dell’ambiente questo cambia completamente look: tende, tappeti, divani, cuscini, copriletti caratterizzano fortemente i nostri interni.

Ma come orientarsi nel panorama sempre più vasto del mondo della decorazione? Ci vengono in aiuto due importanti fiere del settore, entrambe tenutesi nel mese di gennaio. La prima, Heimtextil, ha avuto luogo a Francoforte dal 12 al 15 gennaio ed è storicamente la fiera internazionale dei produttori tessili riservata agli addetti ai lavori. La seconda, Paris Deco Off, tenutasi a Parigi dal 21 al 25 gennaio, è invece una grande manifestazione a livello mondiale sulla decorazione di interni, un ventaglio espositivo dedicato a tendaggi, stoffe da tappezzeria, passamanerie, carte da parati, tappeti e biancheria da letto.

Ma quali sono le nuove tendenze? Ecco qualche anticipazione di quello che vedremo nel corso dell’anno insieme a spunti creativi di interior design. Parola d’ordine: divertiamoci a giocare con i tessuti, osiamo con i contrasti ed impariamo a mixare.
L’ispirazione alla natura si conferma un trend vincente, un invito ad un interior rilassato e ad un’eleganza riposante. Seta, lino, lana, cotone rimangono le fibre nobili per eccellenza legate ad un più ampio concetto di stile ecofriendly. La palette cromatica spazierà dalle tonalità ruvide della terra alle delicate nuances pastello delle corolle floreali, senza però trascurare toni più moderni e sofisticati come il verde oliva, il blu elettrico ed il giallo limone. Novità assoluta l’abbinamento tra rosa quarzo e grigio, forse impensabile fino a qualche tempo fa. Il rosa da sempre viene etichettato come colore femminile, relegato alle camerette o nei migliori dei casi alle camere da letto. Ebbene, ora nelle sue declinazioni più fredde e delicate, diventa protagonista anche della zona giorno, ben bilanciato dall’austerità del grigio che ne smorza i toni femminili e contemporaneamente ne esalta la luminosità. Altra new entry l’azzurro serenity, ben lontano dai toni a cui siamo abituati.
E’ un colore di transizione, non più celeste ma non ancora azzurro, estremamente delicato ed evocativo di sensazioni rilassanti. Il suo impiego spazia in modo trasversale in tutti gli ambienti della casa, spesso accompagnato dai toni della terra che per contrasto lo riscaldano e lo mettono in risalto. Ma in assoluto il must del momento è il “mix and match”, soluzione ideale e spesso economica per gli indecisi. Potremo concederci il lusso di non scegliere e divertirci ad accostare tessuti con fantasie diverse, creando un mix di stili e disegni. Potremo finalmente sbizzarrirci ad abbinare cuscini a fiori con divani a quadri, tende a motivi esotici con poltrone rivestite in tessuto optical.

Paura di sbagliare o di eccedere? Esiste un trucco per realizzare un ambiente accogliente e di grande impatto con questo tripudio di fantasie ed è quello di scegliere due o tre tinte base da utilizzare come filo conduttore per legare tra loro i vari elementi. Che preferiate il damascato, il velluto lavorato, i tessuti ricamati, le stampe floreali o le geometrie, vestite a festa la vostra casa, mescolando elementi tradizionali ad altri più moderni per soddisfare al meglio le vostre esigenze abitative.
a cura di Roberta Simone Arredatrice di Interni

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf