A tutto tessile: restyling a “impatto zero”

A tutto tessile: restyling a “impatto zero”

I segreti per rivoluzionare la propria casa
Dalle atmosfere vintage all’ethno-urban: le tendenze del momento

a cura di Roberta Simone Arredatrice di Interni

Quando si arreda una casa si devono prendere in considerazione non soltanto i mobili ed i complementi per renderla funzionale ed esteticamente accattivante, ma assumono particolare importanza anche i tanti elementi in tessuto che completano la decorazione degli interni: dalle tende ai divani, dalle sedie alla biancheria da letto. Sia in fase di primo impianto che in previsione di una ristrutturazione, tali elementi possono fare la differenza. Nel secondo caso, poi, riescono da soli a risolvere una concreta azione di restyling di uno o più ambienti senza effettuare lavori murari.

Le tendenze del momento abbinano l’arredamento moderno allo stile tradizionale. Il prossimo futuro sarà all’insegna dello stile naturale e dei toni sobri abbinati ad accessori decorativi appariscenti; lino, lana e cotone nelle più diverse lavorazioni ben si adattano al design naturale dell’arredamento. A livello cromatico la tendenza attuale abbandona la bicromia bianco/nero a favore di una generale propensione verso toni decisi. Si rinforza il desiderio di vivere la casa e di rinnovarla per renderla protagonista giocosa della vita domestica e non più solo spettatrice inerte. Novità assoluta l’abbinamento grigio-giallo, un accostamento audace in cui il grigio dei cieli autunnali viene ingentilito da sprazzi di giallo, così evocativo della splendida stagione passata. Entreranno senz’altro in auge le stampe geometriche d’ispirazione vintage, in stile anni ’60 e ’70.

Questa volta, però, il freddo rigore della geometria viene riscaldato da tonalità calde come l’arancione, il giallo, il verde ed il marsala, colore tendenza dell’anno. Ma a farla da padrone saranno ancora le trame floreali, alle quali si sono rivolti anche i più grandi stilisti di moda, a dimostrare che l’industria fashion e quella del design vanno spesso a braccetto. I motivi floreali vengono interpretati con fantasie e cromie dai toni rilassati, evocativi di romantici paesaggi bucolici senza tempo. Altra novità è l’“ethno remix” dove i classici grafismi di origine orientale, indiana o africana vengono reinterpretati in chiave più contemporanea ed occidentale, per meglio integrarsi nei nostri arredi. Nasce così lo stile “ethno-urban”, un sapiente mix di culture diverse che ben si sposa con la nostra società sempre più multietnica. In ogni caso la parola chiave sarà “contrasti che creano armonia”.

Qualunque stile scegliate la cosa importante è personalizzarlo in modo da non avere case ordinarie, comuni, omologate, ma ambienti cuciti su misura a seconda dei vostri gusti e delle vostre esigenze abitative.
E soprattutto l’elemento essenziale rimane comunque la funzionalità dell’arredamento e quindi anche i tessuti d’arredo andranno scelti a seconda della loro destinazione d’uso nei vari ambienti della casa.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf