Gli altri candidati

Gli altri candidati

Leonardo di Gioia
E’ stato lungamento e variamente corteggiato. Poi, dopo attente valutazioni, ripensamenti e vaghi accenni di consenso, l’assessore regionale al Bilancio, Leonardo Di Gioia, ha deciso di scendere in campo e candidarsi a sindaco di Foggia. Sotto il suo nome, un cartello di liste civiche e il beneplacito dei Socialisti Dauni di Pino Lonigro. La sua è una candidatura in grado di far saltare il tavolo da gioco, essendo quella dell’assessore 43enne una designazione trasversale, in grado di intercettare - almeno sulla carta - i voti del centro, i voti della sinistra che non si sente rappresentata alle urne e quelli di una fetta del centrodestra.
Domenico Fiano
Anche la lista civica Onda del Popolo scalda i motori per la sua corsa al Palazzo. E lo fa con il candidato sindaco Domenico Fiano.
Una decisione maturata al termine di una riunione tenutasi tra i componenti della lista civica, i quali hanno scelto il candidato sindaco che meglio rappresenta i valori e gli ideali in cui crede, ribadendo la propria volontà di restare distante dai partiti politici tradizionali, appartenenti al passato, e di partecipare da soli alla competizione elettorale di maggio.
Onda del Popolo, infatti, è un movimento di rottura, che si pone come fine la rinascita della città e la tutela dei cittadini.
Franco Landella
Franco Landella è il candidato sindaco della coalizione del centrodestra.
A sostenerlo un cartello di sette sigle e movimenti politici che lo affiancheranno nella sua corsa a Palazzo: Forza Italia (il primo partito a sostenere il suo nome), il Nuovo Centro Destra, Destre Unite, Fratelli d’Italia, La Puglia Prima di Tutto e Unione di Centro. Infine c’è la sua lista: “DestinAzione comune” che conterrà nuove energie della politica, del mondo della associazioni cattoliche e parrocchiali con le quali il candidato sindaco intende instaurare un dialogo proficuo. Dopo aver incassato il consenso del NCD, punta alla vittoria al primo turno.
Giuseppe Martorana
Ufficializzata in tempi non sospetti la candidatura a sindaco di Foggia di Giuseppe Martorana, pienamente sostenuto dai movimenti politici di Nuovo Ordine Nazionale e da Forza Nuova.
Una candidatura discussa e presentata pubblicamente come “alternativa a lobby cittadine politicamente trasversali”. Nell’illustrare i perché a sostegno della sua candidatura, Martorana ha affrontato tematiche europee attraverso le quali sono emerse le proposte di FN: uscire dall’euro, ripudiare il debito pubblico creato dalla finanza internazionale, blocco dell’immigrazione clandestina e difesa della famiglia tradizionale.
Gianfranco Piemontese
Venerdì 11 aprile è stata ufficializzata anche un’altra candidatura alla carica di sindaco. E’ quella di Gianfranco Piemontese, per “L’Altra Foggia a Sinistra”. Insomma, dopo lo strappo dalla coalizione del centrosinistra e quindi dal candidato eletto dalle Primarie, Augusto Marasco, Sinistra Ecologia e Libertà annuncia la sua partecipazione alle amministrative del 25 maggio con il candidato Gianfranco Piemontese, “a cui – spiegano - riconosciamo la competenza, la tenacia, la coerenza e l’onestà assolutamente necessarie per ricoprire un incarico di certo non facile e che sicuramente richiederà il suo massimo impegno”.
Vincenzo Rizzi
Candidatura sul filo di lana. Almeno per l’uscita del nostro giornale. Vincenzo Rizzi, ambientalista 46enne foggiano, è ufficialmente a capo della lista del Movimento 5 Stelle per le Amministrative di maggio.
 La sua candidatura a primo cittadino di Foggia arriva dopo lo spoglio delle “Comunarie” (sorta di primarie tra i diversi meet up locali): gli sono bastati 71 voti per staccare gli altri due papabili candidati pentastellati, ovvero Antonio Dembech (47 voti) e Nunzio Lops (29 voti). La comunicazione è giunta ufficialmente dallo staff nazionale del movimento, all’esito dello scrutinio di voto on line sul blog di Beppe Grillo.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf