La città è femminile plurale

La città è femminile plurale

Premio 6Donna 2016, i nomi della “Donna dell’Anno” e delle due Menzioni Speciali
Tutte le emozioni della serata-evento che celebra l’impegno

C’è chi ha bussato direttamente alla porta della nostra sede, al Villaggio Artigiani, chi ha contattato il centralino, chi ha scritto lettere cartacee, email o messaggi privati sulla nostra pagina Facebook. Ogni modo e ogni mezzo è stato utile per segnalare alla nostra redazione donne speciali che con i loro talenti e la loro opera contribuiscono a rendere Foggia una città migliore. Il “Premio 6Donna”, giunto alla seconda edizione, ha toccato il cuore della città, che ha raccontato storie di donne incredibili, mostrandoci il volto di una Foggia “femminile plurale”. Ingegni, altruismi e capacità celebrati lo scorso 8 marzo, sul palco del Teatro Umberto Giordano che, quella sera, si è trasformato nel ‘tempio dei talenti delle donne’. Un’idea resa possibile grazie alla sensibilità dell’assessore comunale alla Cultura, Anna Paola Giuliani, e al sindaco di Foggia, Franco Landella, che ci ha ospitato nella ‘casa della cultura’ dei foggiani.

LE SEGNALAZIONI. Per la seconda edizione del “Premio 6Donna” abbiamo ricevuto 71 segnalazioni. Un numero importantissimo. In queste settimane ci siamo appassionate alle storie che sono giunte in redazione e ci siamo emozionate per la sensibilità mostrata da chi ci ha segnalato loro. “Esattamente un anno fa, lanciavamo l’idea un po’ folle di un premio alla normalità. Un premio povero solo in apparenza, ma in realtà ricco, ricchissimo di significato”, ha spiegato il direttore responsabile del magazine, Maria Grazia Frisaldi. “Un premio alla ‘normalità’, ma non quella stanca e disillusa, che si ripiega su sé stessa. Il nostro è un omaggio alla normalità responsabile, leale, appassionata che contribuisce a far andare avanti la città in ogni settore. In silenzio e con il sorriso sulle labbra”. Le segnalazioni che abbiamo ricevuto, ci hanno offerto un pretesto per affacciarci in una dimensione diversa della città, per mettere il naso in quella Foggia concreta, generosa ed operosa che schiva i riflettori e non fa nulla per mettersi in evidenza; quella realtà che ogni mese, puntuale da ormai 12 anni, cerchiamo di raccontare attraverso le pagine del nostro giornale, edito dalla Publicentro di Franco Di Gemma.

IL PREMIO 6DONNA. Tra tutte le candidate, a conquistare la redazione di 6Donna è stata la volontaria Andos Anna Liliana Di Gregorio (vedi pagina accanto), un mix inedito di positività, impegno e altruismo, che strizza l’occhio ad uno dei temi ricorrenti per questo giornale, unico free-magazine  di genere della Puglia. Anche quest’anno, però, un solo premio non poteva soddisfare la nostra redazione, travolta da nomi, storie e vicende che ci hanno emozionato e commosso. Una di queste è la vicenda di Gina Santangelo, per la quale è stata istituita la Menzione Speciale “Mamma dell’Anno” (vedi box a lato). A premiare la super-mamma è stata il Direttore Marketing di 6Donna, Angela Dalicco che ha ripercorso, in breve, i 12 anni di storia del free-magazine, “una realtà del panorama editoriale locale che è riuscita ad andare avanti e a ritagliarsi il suo spazio, rimanendo sempre fedele a sé stessa e mantenendo sempre intatta la sua identità”. Ad arricchire l’edizione 2016 del Premio, è stata anche la collaborazione con le scuole: l’Istituto Superiore di Istruzione Einaudi-Grieco, l’Istituto Tecnico Economico Blaise Pascal e l’Accademia di Belle Arti di Foggia.

LA MENZIONE SOLESIN. Stilando i requisiti per il Premio 6Donna e tracciando un identikit ideale della nostra “Donna dell’Anno” è stato naturale rivolgere un pensiero a Valeria Solesin, la giovane veneziana vittima degli attacchi terroristici del Bataclan, a Parigi. Una giovane donna impegnata nel sociale, attiva nel volontariato e ricercatrice di grande talento. Tutte attività che portava avanti in silenzio con impegno, discrezione e sobrietà, fino a quella drammatica sera. Il nostro pensiero ha trovato sponda nella famiglia Solesin che ha autorizzato l’istituzione di questa Menzione Speciale, che di concerto, abbiamo deciso di collegare al mondo dell’università e della ricerca. Ad aggiudicarsi la Menzione Speciale Valeria Solesin è stata Antonia Carlucci (vedi box a lato), ricercatrice UniFg, impegnata in uno studio sul batterio Xylella e la malattia che sta decimando il patrimonio degli ulivi secolari in Puglia.

LA FESTA DEI TALENTI. Ad arricchire la cerimonia di consegna del Premio sono stati i talenti di tante donne, che hanno sposato la nostra causa con la loro arte. Tutte donne che abbiamo imparato a conoscere attraverso le pagine del nostro giornale. Tra loro, la violinista globetrotter Marta Dell’Anno, foggiana ma parigina d’adozione che ha incantato la platea del ‘Giordano’ con la sua voce, il suo violino, la sua loop-station. Mariangela Conte, attrice del Centro Universitario Teatrale, ha dato voce e corpo al dramma della violenza domestica, tema più volte indagato sulle nostre colonne, attraverso una pièce originale, scritta per noi da Marcello Strinati.
La voce del soprano Bianca D’Errico, accompagnata al pianoforte dal Maestro Basilio Fiorentino, ha regalato al pubblico presente due arie, “Porgi amor” da “Le nozze di Figaro”, e “Van la casa e l’albergo” da “Rita” Gaetano Donizetti. E’ stato un omaggio al talento e alla pervicacia di Anna Marchesini, invece, la performance dell’attrice Enza Di Nuzzo, della fucina teatrale del Piccolo Teatro. La terapia dell’abbraccio nel tango, ovvero tangoterapia, è stata portata in scena da Antonella Salerno e dall’associazione ‘Libertango’ di Foggia, attraverso una intensa coreografia. A chiudere l’aspetto artistico della serata, è stato il “Setas Quartet”: un quartetto d’archi composto da Claudia di Corcia al violino, Elena De Bellis al violino, Erika Lo Mele alla viola e Michela Celozzi al violoncello. Sponsor unico della serata è stata l’Agenzia Allianz Foggia Nord di Francesco Schiavone. Presenti alla cerimonia di conferimento del premio, Ciro Pazienza (Direttore Vendite Sud Allianz) e Mario De Lisi (Responsabile Vendita Motor Allianz).

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf