La solidarietà? E’ vintage

La solidarietà? E’ vintage

Ecco il Mercatino della Moda. Al Centro Assori sfilate di moda e golosità

Torna, a grande richiesta, l’appuntamento con la moda che strizza l’occhio alla solidarietà. Il prossimo 7 novembre, infatti, i locali del Centro Assori di Foggia torneranno ad ospitare il ‘Mercatino della Solidarietà’, iniziativa benefica nata su proposta di tre donne, tre amiche molto attive nel sociale: Silvana Carrozzo, Rita D’Angelo e Pia Colabella.

Come già accaduto lo scorso mese di giugno - con il primo, apprezzatissimo, ‘Mercatino’ di capi vintage e accessori di modernariato - vecchi capi griffati ed accessori possono uscire dagli armadi per aprirsi a nuovi abbinamenti e nuove occasioni per essere sfoggiati. In questo modo diventano lo strumento per sostenere concretamente realtà di volontariato ed enti caritatevoli attivi sul territorio. Un modo semplice per unire l’utile al dilettevole, insomma: per chi vende, liberare gli armadi e contribuire ad una buona causa; per chi acquista togliersi una piccola soddisfazione e contribuire ad una giusta causa.

L’appuntamento di venerdì 7 novembre sarà “Dolcemente Vintage”: da una parte chiamerà a raccolta le appassionate del vintage e dei capi d’antan; dall’altra sarà un vero e proprio tuffo nelle dolcezze di “Miele, zucchero e cannella”. Alle 17 è prevista una sfilata di moda per poter apprezzare i capi in vendita. “Non c’è una base d’asta. Ad ogni capo viene attribuito un prezzo popolare: dai 3 ai 15 euro. Si tratta di valutazioni simboliche e forfettarie, che prescindono quindi dal marchio prestigioso o dalla tenuta perfetta del capo”, spiega Silvana Carrozzo, ideatrice dell’iniziativa. Il ‘Mercatino della Moda’ sarà attivo e visitabile per tutta la settimana, dal lunedì al venerdì (dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18) ed il sabato (solo mattina), nella Sala Atelier dell’Assori.

Chi vuole contribuire al progetto donando i propri abiti (solo se in buono stato), o richiedere il ritiro a casa, può contattare il numero 328/6867257. “Il nostro obiettivo è quello di raccogliere denaro per sostenere quelle associazioni e quelle strutture attive nel sociale che vorranno ospitarci – continua Carrozzo - Il primo ad aver accolto l’invito è il centro Assori che ringrazio per la sensibilità dimostrata”.                           

Angela Dalicco

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf