Con Anlaids si fa rete

1 Dicembre Giornata Mondiale contro l’Aids. Il centro diagnostico per effettuare il test è presso gli Ospedali Riuniti

94.146, questo è il numero impressionante delle persone viventi in Italia con l’Hiv nel 2012. Ma ancora più sconvolgenti sono le percentuali emerse dallo studio dell’Istituto Superiore di Sanità al quale hanno collaborato tutti i centri clinici regionali, tra cui gli Ospedali Riuniti di Foggia. Il 70,1% dei malati sono maschi, hanno un’età compresa tra i 25 e i 49 anni (63,5%) e la modalità di trasmissione più frequente è quella eterosessuale (37,2%). Da qui si evidenzia, ancora una volta, che la forza dell’Hiv/Aids risiede nell’ignoranza delle sue vittime e che conoscere la malattia e i modi in cui si trasmette è l’unica, vera protezione contro di essa. Per diffondere la conoscenza di una patologia ancora troppo diffusa il 1 Dicembre si celebra la Giornata Mondiale contro l’Aids.
Dal 1985 c’è un’associazione che cerca di ‘fare rete’ per fermare la diffusione dell’infezione da Hiv: l’ANLAIDS, fondata da un gruppo di medici, ricercatori, giornalisti, attivisti e volontari, tutti mossi dalla necessità di ridurre a zero il numero delle nuove infezioni da Hiv, a zero i morti per l’Aids e far si che i malati non vengano discriminati dalla società. Per perseguire questi obiettivi, l’azione di Anlaids si concentra in quattro aree: informazione, prevenzione, ricerca e tutela dei diritti. Una delle azioni più forti di quest’associazione è: Bonsai Aid Aids, che nasce nel 1993 con lo scopo di sensibilizzare tutta la popolazione ai temi della prevenzione dell’infezione da Hiv e della ricerca sull’Aids. Questo piccolo albero vivo è diventato il simbolo della lotta all’Aids: curarlo è un modo per ricordarsi che per fermare l’Hiv serve un impegno quotidiano, come quotidiane sono le cure di cui hanno bisogno le persone che vivono con l’Hiv.
Ma il modo migliore per sconfiggere questa malattia è fare il test per l’HIV. Consiste generalmente in un semplice prelievo di sangue e il risultato è disponibile dopo alcuni giorni. Il centro diagnostico della nostra città si trova negli Ospedali Riuniti. Ma se si vuole contattare l’Anlaids lo si può fare tramite il numero verde 800 58 90 88, ogni lunedì e giovedì (16.00 - 20.00) un medico infettivologo sarà a vostra disposizione. Anche in lingua inglese e francese.                                  s.d.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf