Ricerche eccellenti

Ricerche eccellenti

Importante riconoscimento per un innovativo lavoro della Gastroenterologia Universitaria degli Ospedali Riuniti di Foggia al Congresso nazionale delle Malattie Digestive a Napoli. Il Comitato scientifico ha premiato per la sezione di Endoscopia lo studio elaborato dal dottor Nicola Muscatiello, direttore della Struttura di Gastroenterologia Universitaria degli “Ospedali Riuniti” di Foggia, sull’utilizzo del polidocanolo nelle polipectomie endoscopiche.

Lo studio è basato su un’innovativa tecnica che utilizza l’iniezione del polidocanolo, soluzione sclerosante con note proprietà procoagulative ed antiemorragiche, nelle polipectomie complesse del colon. Questa tecnica si è dimostrata efficace nel ridurre significativamente l’incidenza del sanguinamento post-polipectomia, che è la più temibile complicanza di queste procedure. Il premio è stato ritirato dal primo autore della pubblicazione, il dottor Antonio Facciorusso, dottorando di ricerca presso l’Università degli Studi di Foggia che, nonostante la giovane età, è autore di oltre 30 pubblicazioni a primo nome su riviste indicizzate e ad alto impact factor, e ha all’attivo un curriculum scientifico di primissimo piano.

Il lavoro è stato pubblicato sulla più prestigiosa rivista di endoscopia a livello mondiale “Gastrointestinal Endoscopy”, organo ufficiale dell’ASGE (American Association of Gastrointestinal Endoscopy), ed è diventato subito oggetto di dibattito nella comunità scientifica internazionale. “Questo premio è l’ennesimo riconoscimento del lavoro che io e la mia equipe stiamo svolgendo ormai da anni nell’ambito dell’endoscopia digestiva - spiega Muscatiello - Inoltre, a Napoli, un altro nostro studio sull’alcolizzazione per via Ecoendoscopica dell’adenocarcinoma del pancreas (tecnica innovativa da noi messa a punto e che si effettua solamente a Foggia) è stato premiato come miglior poster nella sezione Ecoendoscopia. Questi riconoscimenti – conclude il dott. Muscatiello – dimostrano che quando ci sono menti attive e lavoro di squadra si possono raggiungere grandi obiettivi”.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf