Tutte le figure dell’Odontoiatria

Tutte le figure dell’Odontoiatria

Una breve guida per non fare confusione. Odontoiatra, igienista, odontotecnico: impariamo a riconoscere i diversi ruoli

Quando entrate nello studio del vostro dentista, potreste chiedervi chi sono e che compiti hanno le persone che vi lavorano: è bene dunque facciamo un po’ di chiarezza in merito.
Nel settore odontoiatrico, infatti, operano quattro figure diverse, ognuna con competenze ben definite, che permettono loro di adempiere a compiti precisi.
L’odontoiatra o dentista è un medico, come sancito dall’art.1 del Codice di deontologia medica, il quale è in possesso della laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria o in medicina e chirurgia. Ha sostenuto un esame di stato per mezzo del quale si è abilitato alla professione e, successivamente, si è iscritto all’albo degli odontoiatri, presso l’ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri. Egli si occupa della salute orale e generale dei pazienti e può prescrivere tutti i farmaci utili all’esercizio della sua professione o decidere, in accordo col medico curante dei suoi pazienti, di far loro sospendere determinati farmaci e medicinali, in vista di specifici interventi odontoiatrici.
L’odontoiatra o dentista, inoltre, sa attuare tutti i procedimenti idonei a salvaguardare i pazienti e a gestire le complicanze, minimizzando i possibili rischi cui sono esposti sia il paziente che gli operatori, grazie alla diligenza sua e del team di cui si circonda, all’aggiornamento continuo e ad apparecchiature specifiche tenute in costante manutenzione. È fondamentale che si prenda cura anche della salute psicofisica dei suoi pazienti, garantendo un ambiente confortevole e rasserenante, manifestando doti empatiche e di ascolto utili a comprendere le esigenze e le aspettative dei pazienti di tutte le età, usando loro cortesia ed essendo il più chiaro ed esaustivo possibile nelle spiegazioni relative alle diagnosi ed ai piani di trattamento.
L’igienista è un operatore sanitario che ha conseguito il diploma di laurea triennale abilitante e che è autorizzato ad eseguire alcuni dei compiti che anche l’odontoiatra, peraltro, è abilitato a compiere (profilassi, igiene orale, sbiancamento etc.). Le sue mansioni sono chiarite nel Decreto Ministeriale n° 669 del 1994. L’assistente alla poltrona è un collaboratore dell’odontoiatra che ha ottenuto l’attestato di qualifica professionale, al termine di un corso di formazione della durata di alcuni mesi: ha mansioni segretariali, allestisce la poltrona, prepara lo strumentario ed i materiali porgendoli all’odontoiatra, effettua radiografie e le sviluppa.
Infine l’odontotecnico è, secondo il Regio Decreto n° 1334 del 1928 tutt’oggi in vigore, un artigiano, il quale lavora nel suo laboratorio: è colui che costruisce gli apparecchi protesici ed ortodontici su indicazione dell’odontoiatra, lavorando sui modelli in gesso che riproducono fedelmente la bocca del paziente.
Ogni operatore del settore odontoiatrico ha delle responsabilità, perciò è richiesta un’adeguata e continua formazione teorico-pratica al fine di operare con coscienza, senza mettere in pericolo la salute dei pazienti.
Ecco perché è importante scegliere con cura il proprio odontoiatra e la sua equipe, affidandosi solo a lavoratori in possesso della qualifica a svolgere il loro mestiere.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf