La tavola di Pasqua? Meglio ‘vegghy’

La tavola di Pasqua? Meglio ‘vegghy’

Sono in tanti a scegliere un regime alimentare vegetariano o vegano. Eliminando dalle proprie abitudini alimentari pesce, carne, uova e latticini si ha la sensazione che resti ben poco da mangiare. Ma non è così!
Di certo bisogna arrivare preparati per una delle festività con più ricette a base di carne dell’anno. E trovare valide alternative.
Stiamo parlando della Pasqua che prevede generalmente nel menù spezzatino di agnello, grigliata di carne, benedetto e salumi a volontà. Come comportarsi, dunque, se avete ospiti che hanno scelto di seguire un regime vegghy per motivi etici e salutari?
No problem: in questo numero vi proponiamo un menù di quattro portate con idee sfiziose e gustose per un menù di Pasqua innovativo e attento al vostro stile di vita.

ANTIPASTO
Come antipasto l’idea è quella di preparare un cous cous di cavolo bianco con pomodorini, mais, carote, olive nere, zucchine e tofu. Riduciamo in briciole nel mixer il cavolo bianco in modo che assuma la stessa consistenza del tradizionale cous cous; facciamolo rosolare in padella con una cipolla per 5 minuti. Una volta pronto, lo lasciamo freddare e lo condiamo con pomodorini, zucchine soffritte, cubetti di tofu alla piastra, olive nere, mais e carote a julienne. Squisito e ideale per arricchire di colori la vostra tavola pasquale.

PRIMI PIATTI
Per primo invece realizziamo una profumata scrigno alle quattro erbette (ricetta vegetariana). Sbollentiamo le lasagne in acqua calda per 3 minuti e, nel frattempo, facciamo saltare in una padella qualche cardoncello (che fa tanto Pasqua!), agretti, spinaci e bieta. Una volta cotti tutti gli ingredienti, frulliamo una parte delle nostre verdure e aggiungiamo un po’ di ricotta di mucca setacciata e 100 gr di grana padano. Alterniamo uno strato di lasagna ad uno di crema di ricotta ed erbette. Per l’ultimo strato invece disponiamo le erbette saltate, 2 uova sode tagliate a metà, una manciata di grana e chiudiamo il nostro scrigno con l’ultima sfoglia di lasagna. In forno per 30 minuti a 200 gradi.

SECONDI PIATTI
Un secondo d’effetto che farà gola anche ai più piccini è l’hamburger di fagioli di soia con patate al curry e funghi. Come prima cosa frulliamo 400 gr. di fagioli di soia con il succo di 1/2 limone, aggiungiamo un po’ di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, sale e pepe e olio d’oliva. Formiamo gli hamburger con il composto ottenuto e li facciamo rotolare in 100 g di cornflakes sbriciolati. Friggiamo i nostri hamburger finché non saranno belli dorati. Ideali da mangiare con patate al curry e funghi trifolati al forno.

DESSERT
E per terminare, crostatine alla crema di cocco e cioccolato. Per prima cosa prepariamo la nostra frolla senza uova e burro all’olio vegetale. Per realizzarla abbiamo bisogno di 500 g di farina, 200 ml di olio, 150 gr di zucchero a velo, 100 g di acqua calda, vanillina e una scorza di limone. Farciamo il tutto con una crema a base di latte di cocco, amido di riso, zucchero e gelatina. Una volta fredda aggiungiamo le gocce di cioccolato e decoriamo con dei pulcini e ovetti. Perché per un ospite vegghy non bisogna cucinare solo verdure, basta ingegnarsi e sperimentare per soddisfare tutti i palati e capire che forse non bisognerebbe mai mangiare qualcosa che ha un cuore.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf