Io, te e gli altri: i rischi dello scambio di coppia

Io, te e gli altri: i rischi dello scambio di coppia

Un gioco erotico “di rottura” rispetto al caposaldo della monogamia
Esperienze che possono rivelarsi spesso deludenti e frustranti, lasciando emergere gelosie represse e insicurezze distruttive

Lo scambio di coppia (o swinger) è una pratica sessuale presente già tra gli antichi egizi e molto diffusa oggi giorno (in Italia si stimano oltre 2milioni) che si pone tra il piacere e la trasgressione. Lo scambismo non è una parafilia, cioè un comportamento sessuale di per sé patologico ma è una pratica sessuale vissuta all’interno della coppia come “gioco erotico”.
Gli scambi possono avvenire in case private, club privè o luoghi pubblici come parcheggi (car parking sex), con coppie di amici o di sconosciuti con cui il più delle volte ci si organizza tramite internet. Si tratta per lo più di coppie cosiddette “normali” che scelgono di vivere questa trasgressione ponendosi una regola fondamentale: l’assenza di implicazione emotiva con i partner della “serata”.

Perché si diventa scambisti
Le motivazioni che spingono una coppia a praticare lo scambismo sono numerose: spesso si rintraccia il desiderio di sfuggire alla noia e alla routine sessuale riaccendendo la fiamma della passione attraverso la trasgressione.  Altre volte invece, vi può esser la voglia da parte dell’uomo di mettersi alla prova come amatore o di realizzare una vecchia fantasia, così come per la donna il soddisfare un proprio desiderio esibizionistico nel venir osservata dal proprio uomo. Secondo chi pratica lo scambismo, tale gioco erotico non ha nulla a che vedere con il tradimento. Gli scambisti non si tradiscono poiché il partner fa sesso con un altro/a consensualmente, senza nascondersi e senza istaurare una relazione affettiva. In questo gioco erotico, trasgressivo e di rottura rispetto al caposaldo della monogamia, non sono affatto rari i casi di coppie che hanno sopravvalutando la propria capacità di lasciare libero il partner di esprimersi sessualmente con qualcun altro.

Quali rischi si corrono?
A volte capita anche che queste esperienze di scambio risultino deludenti e frustranti, perché non così eccitanti come immaginate ma fortemente imbarazzanti. Può anche accadere che, uno dei due partner, possa provare sentimenti verso “l’altro/a”, disgregando la coppia. In altri casi, invece, lo scambio può diventare, per uno dei due, una pratica necessaria all’eccitazione (dipendenza), creando così una situazione insostenibile per l’altro partner . E’ chiaro, quindi, che lo scambismo deve rimanere un gioco erotico e per quanto consensuale, non deve sconvolgere la vita sessuale ed emotiva, non deve mai esser inteso come “curativo” rispetto ad una crisi di coppia e non deve creare dipendenza in uno dei partner.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf