L’olio di Jojoba

L’olio di Jojoba

A cura del dott. Gianluca D’Alessandro
L’olio di Jojoba deriva dalla spremitura dei semi della Jojoba (Simmondsia chinensis), un arbusto legnoso che raggiunge altezze sorprendenti in condizioni climatiche favorevoli. È tipico delle zone calde e desertiche come quelle della California, ma è diffuso anche in Messico e Arizona.
Pianta longeva può raggiungere anche i 250 anni di età. Produce semi in abbondanza che contengono un liquido molto denso. I nativi americani usavano la pianta di jojoba per i suoi semi oleosi con i quali curavano scottature e infiammazioni cutanee. I semi contengono un olio liquido denso in elevata percentuale (circa il 54%), sono mangiati da scoiattoli e conigli, altri roditori e grandi uccelli. L’olio di jojoba è molto simile al sebo umano e per composizione non può essere paragonato a un olio di origine vegetale, ma ricorda la struttura dell’olio di capodoglio.
Dal punto di vista alimentare non è tossico ma non è digeribile, per questo viene impiegato per uso cosmetico.
Presente in rossetti, fondotinta, creme per la pelle, possiede proprietà benefiche sia per la cute che per i capelli. Grazie all’alta capacità di conservazione e resistenza alle alte temperature, mantiene costante l’alta qualità della sua purezza.
Possiede proprietà emollienti e protettive per il PH della pelle, inoltre è un idratante naturale e aiuta a regolarizzare le secrezioni sebacee. Non ultimo è un antirughe, un disinfettante e antimicotico naturale.
Ricco di Vitamina E, B2 e B3 e minerali contrasta e lenisce problematiche legate alla pelle come psoriasi, pelle secca e desquamazioni, acne, prurito, eczemi e funge perfettamente come filtro solare.
Penetra velocemente nella pelle, non unge e non appesantisce, ma lascia una sensazione setosa e morbida. Di facile applicazione bastano poche gocce dopo il bagno o la doccia, direttamente sulla pelle umida del corpo e del viso per un assorbimento rapido. Ottimo anche come antirughe basta picchiettarne qualche goccia lungo il contorno occhi.
Sui capelli si può usare o come impacco pre-lavaggio per ammorbidirli oppure versandolo sulle lunghezze e sulle punte.
Grazie alle sue proprietà emollienti è un toccasana per le labbra creando un effetto glossy, ma anche per le ciglia. Un olio dai mille usi, estremamente versatile e utile per il benessere del nostro corpo, un alleato della nostra salute che vale la pena conoscere.

Le ricette
ESFOLIANTE CORPO 
L’esfoliazione della pelle è il giusto step, sotto la doccia, per eliminare tutte le impurità e le cellule morte.
Per realizzarlo, servono:
- ¾ di una tazza di zucchero di canna
- Mezza tazza di farina d’avena
- ¼ di tazza di miele
- Una goccia dell’olio essenziale che più preferite
Mescolate lo zucchero di canna con la farina d’avena e il miele in una ciotola.
Coprite l’intero composto, con l’olio di jojoba e infine aggiungete l’olio essenziale. Lo scrub è pronto per essere utilizzato.

MASCHERA PER CAPELLI
Per realizzare una maschera per capelli “homemade” avrete bisogno di:
- 3 cucchiai di olio di jojoba
- 3 gocce di essenza Ylang Ylang
- 1 tuorlo d’uovo
Mescolate tutti gli ingredienti in una casseruola e riscaldate a fiamma bassa.
Dopo aver lavato i capelli, applicate l’impacco, ancora caldo. Lasciate agire per almeno 30 minuti. Risciacquate accuratamente. Un piccolo consiglio: per migliorare gli effetti della maschera, avvolgete i capelli in un asciugamano caldo.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf