IL GINSENG

IL GINSENG

Una radice dalle mille proprietà
Tonico per il corpo e la mente
a cura del dott. Gianluca D’Alessandro

Il ginseng è un rimedio naturale universalmente riconosciuto ricavato dalle radici della pianta appartenente alla specie Panax ginseng. E’ utilizzato in Cina, Corea, Giappone e Russia come tonico e stimolante per l’organismo. E’ interessante conoscere il significato del nome ginseng, che lega due termini come gin (uomo) e seng (radice): infatti la radice ricorda una forma umana. Oltre che come tonico generale per il corpo e per la mente, il ginseng veniva utilizzato soprattutto nella cura degli stati febbrili. Ora ne vengono effettuati anche altri utilizzi, in particolare in caso di affaticamento e difficoltà di concentrazione. Può essere utile per rivitalizzare un fisico debilitato e per ridurre il senso di stanchezza e la capacità di resistere alla fatica, in quanto il ginseng può stimolare la produzione di adrenalina. E’ inoltre raccomandato nei periodi di convalescenza, poiché stimola il processo di guarigione.

Il ginseng contiene 12 tipi di sostanze chimiche bioattive, una delle quali è considerata in grado di diminuire i livelli della glicemia e di migliorare gli effetti dell’insulina. Il ginseng presenta inoltre proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antidepressive e afrodisiache. E’ in grado di diminuire i livelli di colesterolo nel sangue e ha effetti positivi sulla circolazione sanguigna che sulla memoria. E’ considerato inoltre in grado di migliorare la funzionalità polmonare. E’ inoltre importante conoscere le proprietà nutritive del ginseng che possono essere utili a tutti, indipendentemente dall’età.

Poiché stimola il funzionamento delle ghiandole endocrine, il ginseng accresce l’assorbimento delle vitamine e dei sali minerali. Inoltre è in grado di aiutare l’organismo ad adattarsi a condizioni esterne sfavorevoli, come il freddo, lo stress e la malnutrizione. La quantità di componenti attivi presenti nelle radici aumenta con il passare del tempo, tanto che si ritiene che il ginseng sia da considerarsi pienamente maturo quando la pianta raggiunge un’età di sei anni. Considerato uno stimolante per il sistema immunitario, il ginseng è raccomandato in caso di abbassamento delle difese dell’organismo, soprattutto nei periodi invernali, in cui si può essere più di frequente soggetti a raffreddore e febbre. E’ d’aiuto in caso di affaticamento mentale sia per i giovani che per gli adulti e gli anziani.

Grazie alle sue proprietà, il ginseng si rivela un ottimo rimedio antiage poiché i ginsenosidi sono noti per la loro capacità di stimolare la produzione di collagene; sembra inoltre che i ginsenosidi siano in grado di facilitare l’espressione di fattori proteici associati alla proliferazione cellulare e di proteggere i cheratinociti contro i danni dei raggi solari. Per queste sue proprietà, la radice di ginseng trova impiego, oltre che per la produzione di integratori alimentari, anche per la formulazione di creme antirughe per il viso e trattamenti tonificanti per la pelle del corpo.

Maschera rivitalizzante al ginseng

Per ridare luminosità alla pelle spenta, provate questa maschera per il viso una o due volte alla settimana:

• 2 cucchiai di ginseng in polvere
• 2 cucchiai di acqua demineralizzata
• 1 cucchiaio di acqua di rose

In una piccola ciotola mescolate la polvere di ginseng all’acqua demineralizzata e all’acqua di rose. Applicate la maschera sulla pelle del viso evitando il contorno occhi e lasciate in posa per circa dieci minuti dopodiché risciacquate con acqua tiepida.

Gel antirughe al ginseng
Per prevenire e minimizzare le rughe e migliorare il tono della pelle, utilizzate questo semplicissimo gel a base di aloe:
• 100 grammi di gel d’Aloe vera
• 2 millilitri di estratto idroalcolico di ginseng
• 3 gocce di olio essenziale di geranio

Mescolate al gel d’aloe l’estratto idroalcolico di ginseng e l’olio essenziale. Riponete in un contenitore pulito e asciutto e utilizzate il gel per idratare la pelle del viso, del decolleté e della mani.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf