Prevenire è meglio che curare

Prevenire è meglio che curare

L’igiene dentale sin dai primi mesi di vita
Dalla prevenzione della carie alla fluoroprofilassi: le buone abitudini da adottare sin dalla tenera età
a cura di  Monica Mancini

In ambito medico la prevenzione è sempre la migliore arma di difesa. Questo concetto riveste ancora più importanza in campo di igiene dentale. Per igiene orale si intende un insieme di attività, metodi di intervento e procedure indirizzate ad evitare patologie flogistiche a livello di denti, gengive e mucosa orale.
In ambito pediatrico il tutto si può ottenere seguendo semplici regole che valgono sin dai primi mesi di vita. In prima istanza ridurre o eliminare l’uso di bevande zuccherate, succhi di frutta del commercio, che, oltre ad essere dannosi per la salute in generale, influiscono sull’insorgenza di sovrappeso e obesità infantile, coontribuisce a prevenire cattive abitudini di vita, senza pregiudicare le qualità nutrizionali della dieta. Nel caso specifico ciò serve a ridurre il rischio di carie dentaria.
La carie è una patologia a carattere infettivo causata da microrganismi presenti nel cavo orale che si nutrono di zuccheri. Altra regola inportante è evitare di dare ai lattanti tettarelle intrise di miele, usanza molto comune dalle nostre parti. Inoltre, come molti pediatri consigliano, l’assunzione del fluoro sin dai primi mesi di vita rappresenta un primo importante approccio al problema.
La carenza di fluoro rende lo smalto dentario più fragile e sottile e più esposto al rischio di carie. Nelle prime età della vita e prima dell’uso dello spazzolino e del dentifricio è, quindi, utile effettuare la fluoroprofilassi senza esagerare nelle dosi. Tale pratica rientra nelle buone norme di prevenzione a patto di una buona sorveglianza del pediatra che eviti l’autoprescizione da parte dei genitori e l’uso in associazione al dentifricio con fluoro per evitare la fluorosi.
Sicuarmente l’intervento più importante di tutti resta l’inizio precoce dell’uso dello spazzolino affidato ai genitori fino ai 3 anni di età e poi al bambino dai 4 anni in poi sotto sorveglianza dei genitori. Bisogna educare il bambino a spazzolare i denti anche quelli decidui almeno due volte al giorno, iniziando con un approccio ludico fino a farla diventare un’abitudine  da adottare anche in futuro.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf