Nasce “Via le mani dagli occhi”

Nasce “Via le mani dagli occhi”

Quando Francesco Gitto, sull’onda di una forte spinta emotiva, ha scritto il romanzo psicologico ‘Via le mani dagli occhi’ probabilmente non immaginava che da quel libro edito dalla Bastogi sarebbe nata, poco dopo, una omonima associazione di volontariato in favore delle vittime di abusi, violenze e maltrattamenti. Un’associazione di professionisti volontari in grado di offrire il necessario sostegno psicologico, legale, sociale, sanitario ed educativo attraverso quattro momenti importanti e imprescindibili: formazione, informazione, sensibilizzazione, ascolto.
Il romanzo ‘Via le mani dagli occhi’ è stato quindi un punto di inizio e un momento di contatto. E’ stato, infatti, il pretesto per incontrare numerosissime scolaresche di Foggia e provincia ed avviare un processo di sensibilizzazione sul tema che fosse reale, concreto e diretto, ed è stato anche il vertice nel quale sono confluiti numerosi professionisti impegnati in vario modo sullo stesso argomento. Esattamente come è accaduto tra l’avvocato e scrittore Francesco Gitto (presidente dell’associazione) e la psicologa forense, Ines Panessa. Esito finale di un percorso avviato con successo nelle scuole, quindi, l’associazione chiama a raccolta numerosi professionisti - psicologi, avvocati, pedagogisti - per tenere sempre alta l’attenzione su fenomeni in crescita come bullismo, mobbing, cyber-bullismo e adescamento online.
Un’associazione tentacolare, che abbraccia numerosi ambiti e che si rivolge a chiunque sia vittima di maltrattamenti: donne, uomini, omosessuali, minori, migranti e anziani.
“Spero che tutte le donne possano essere forti come la mia Valeria, la ragazzina violata protagonista del mio romanzo”, spiega Gitto. “Un nome di fantasia per una storia reale e terribile, purtroppo comune a tante, troppe donne. Per questo si è resa necessaria la costituzione di questa associazione e mai il nome fu più appropriato. ‘Via le mani dagli occhi’ è una esortazione affinché le vittime di tante violenze quotidiane (e le persone a loro vicine) trovino il coraggio di riconoscere, vedere, combattere”. Per questo, l’obiettivo principe del gruppo è quello di contrastare le varie forme di violenza attraverso la sensibilizzazione e la formazione permanente dei genitori, insegnanti e operatori di settore in materia di abusi, maltrattamenti, reati sessuali, devianze e criminalità giovanile. “Proprio durante gli incontri con le scolaresche abbiamo avvertito la mancanza di una realtà che si occupasse non tanto dell’assistenza (per questo c’è la rete dei servizi territoriali: Asl, centri antiviolenza, consultori), quanto della prevenzione”, spiega Panessa. “Se lo conosci lo eviti, recitava uno spot di qualche anno fa: bene questa è anche la mission di ‘Via le mani dagli occhi’, grazie ad incontri di taglio formativo per imparare a conoscere e riconoscere le insidie e le minacce di una violenza sempre più prepotente, che miete vittime su più canali”.
A salutare ufficialmente l’associazione, costituitasi ufficialmente il 10 marzo 2014, c’erano in tanti, tutti rappresentanti dei vari enti o istituzioni attori nella partita contro la violenza tout-court: dal presidente dell’Ordine degli Avvocati di Foggia, Antonio Ciarambino, al consigliere dell’Ordine degli psicologi della Regione Puglia, Antonio Calamo Specchia; dal dirigente della squadra mobile di Foggia, Giuseppe Annicchiarico, a Laura Silvestris, dirigente e responsabile degli Ospedali Riuniti di Foggia. Quest’ultima, in particolare, ha annunciato che l’azienda sanitaria ha accolto l’invito di riservare, all’interno del pronto soccorso cittadino, un luogo protetto per accogliere le vittime di violenza.
“Una Stanza Rosa dove i volontari dell’associazione - spiega - potranno assistere in modo completo le vittime di tutte le violenze, sostenendo anche quel processo di umanizzazione degli ospedali nel quale crediamo molto”.
Angela Dalicco

L’associazione ‘Via le mani dagli occhi’ può essere contattata recandosi nella sede di via Montegrappa, 134 a Foggia, oppure scrivendo all’indirizzo email vialemanidagliocchi@hotmail.com. Per essere sempre aggiornati sulle iniziative promosse dal gruppo è possibile consultare il blog dell’associazione all’indirizzo http://vialemanidagliocchi-associazione.blogspot.it.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf