Straordinariamente Abili

Straordinariamente Abili

“La vita è sempre degna di essere vissuta e lo sport dà possibilità incredibili per migliorare il proprio quotidiano e ritrovare motivazioni”. Lo dice Alessandro Zanardi, un uomo la cui esperienza di vita è eletta a modello da tutti coloro che, segnati da eventi particolarmente dolorosi, hanno deciso di continuare a lottare.
Ed è proprio dallo sport, in particolare il nuoto, dalle sue regole, dalla sua capacità di rinnovare corpo e mente che prende il via l’associazione ‘Straordinariamente Abili’: costituita un anno fa, è rappresentata dal Presidente Luisa Affatato ed ha sede legale in Foggia, Via Aquilonare n°36.
‘Straordinariamente Abili’ si fonda su valori umani e cristiani al fine di donare servizi e aiuti fisici, psicologici e morali ai ragazzi e alle famiglie indigenti che vivono condizioni di grande difficoltà economica. La crescita e l’autonomia di un ragazzo in difficoltà sono gli obiettivi dell’associazione che l’associazione mira a raggiungere attraverso veri e propri momenti socializzanti (gite, cinema, pub, bowling), con cui i ragazzi possano sentirsi a tutti gli effetti “cittadini del mondo”.
‘Straordinariamente Abili’ (non ha scopo di lucro) propone specifici programmi ed interventi dove il punto di partenza, per la consapevolezza del sé, è rappresentato dall’acqua che esplica, attraverso il nuoto, la sua carica percettiva e sensoriale utile a potenziare e valorizzare le qualità intellettive, artistiche e sportive dei ragazzi in difficoltà oltre a promuovere la partecipazione dei propri atleti alle attività agonistiche a livello provinciale, regionale e nazionale, organizzate dal Comitato Paraolimpico. Tutto ciò viene svolto da istruttori specializzati (appartenenti alla Federazione Italiana Nuoto) che, nel rapporto uno a uno, mirano a far emergere capacità e peculiarità del singolo incrementandone il livello di autostima. Inoltre, al fine di favorire l’integrazione dei diversamente abili, l’Associazione propone, al di fuori degli impianti natatori, interventi di carattere educativo, ricreativo, sportivo e sociale, come: musicoterapia, logopedia, laboratorio di informatica e artistico, e attività ludiche.
Per maggiori informazioni straordinariamente abili@Gmail.com
Simona Donatelli

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf