La Capitanata “naviga” a vele spiegate

La Capitanata “naviga” a vele spiegate

Al via Black CocOnuT, un programma sportivo e di marketing sviluppato dall’Asd All Blacks
Da marzo ad ottobre, un equipaggio tutto foggiano sarà imbarcato su un M37
parteciperà a competizioni di altissimo livello tecnico promuovendo il territorio

Il territorio di Capitanata si promuove nella grande vetrina dell’Adriatico, trasformando l’impegno di un affiatato gruppo sportivo in un vero e proprio fenomeno mediatico e strumento di marketing territoriale. I simboli di Foggia, infatti, veleggeranno con orgoglio in mare, grazie ad un progetto coraggioso e ambizioso: è il Black CocOnuT, un programma sportivo e di marketing sviluppato dall’associazione sportiva dilettantistica All Blacks.
A partire da marzo e fino all’autunno successivo, un equipaggio tutto foggiano imbarcato su un M37 (per intenderci, uno dei  modelli più competitivi del panorama velistico internazionale) battezzato ‘Black Coconut’, parteciperà ad una decina di competizioni di altissimo livello tecnico, tra le quali il mondiale ORC di Vela d’altura, in calendario a luglio a Trieste, e la successiva Barcolana, per chiudere con la Pizzomunno Cup, davanti alle coste del Gargano, in ottobre.
L’iniziativa è stata presentata ufficialmente nella Sala Giunta del Comune di Foggia dove, insieme al sindaco Franco Landella e al presidente della Sezione foggiana della Lega Navale Italiana Antonio Tulino, ha partecipato gran parte del team All Blacks e tutti i partner dell’iniziativa.
L’equipaggio ha una buona esperienza, maturata negli anni passati in altri importanti appuntamenti agonistici, e avrà la possibilità di ottenere risultati di grande rilevanza, portando il “marchio” della Puglia, della Capitanata e di Foggia in particolare, sui campi di regata più prestigiosi e frequentati.
“Siamo orgogliosi di una imbarcazione e di un equipaggio che portano con fierezza i ‘marchi’ della propria terra – ha dichiarato il sindaco Landella – e per questo abbiamo subito patrocinato l’iniziativa che speriamo porti i migliori risultati possibili”. Dal canto suo, il presidente Tulino ha subito portato una buona notizia sul versante del supporto economico all’iniziativa: “Ricorre, quest’anno, il 120° anniversario della Lega Navale Italiana per cui ho fatto presente alla dirigenza nazionale il progetto foggiano e loro hanno risposto con grande entusiasmo: “Black Coconut” avrà il sostegno della LNI e sarà in buona compagnia, perché la Lega Navale lo ha concesso solo ad un’altra imbarcazione, cioè Moro Ter che quest’anno parteciperà alla sfida di Coppa America”.
Gli ‘All Blacks’ si sono dotati di uno staff “a terra” che si occuperà di seguire ed accompagnare l’impegno agonistico con un adeguato piano di comunicazione multicanale che vede, tra le altre, inserite anche le testate giornalistiche specializzate negli sport di mare. Alle altre già espresse, si aggiunge una mission ambientale che sarà a breve sviluppata ed ufficializzata in collaborazione con il FAI-Fondo Ambiente Italiano. A breve, sarà reso noto il calendario degli appuntamenti cui l’imbarcazione prenderà parte e, soprattutto, partirà il racconto online,  un vero e proprio ‘Diario di bordo’ virtuale, attraverso il quale l’equipaggio racconterà il percorso di Black Coconut verso e durante le competizioni più rilevanti.            Angela Dalicco

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf