Meezy, una favola tutta voce e musica

Meezy, una favola tutta voce e musica

La vincitrice di CapiTalent è al lavoro: “Presto un singolo per Universal”.
Il sogno di Simona Mazzeo, la foggiana che ha “firmato” il Natale d’Italia.

Musicalmente parlando, è cresciuta in un “mondo molto acustico”, dove a farla da padrone erano le ballate di Bob Dylan e le atmosfere ovattate di Norah Jones. Crescendo poi, non ha disdegnato né l’alternative rock britannico dei Coldplay né la musica di Ed Sheeran con il quale condivide la grande passione per l’ukulele. Lei è Simona Mazzeo, in arte Meezy, ventenne foggiana tutta voce e interpretazione, che ha firmato la colonna sonora del Natale d’Italia. Un talento puro il suo, scoperto da Mario De Vivo e dal compositore Umberto Sangiovanni che l’hanno subito scritturata con la loro etichetta ‘La Controra’ dopo averla sentita cantare, a Foggia, in una serata organizzata per dare un palco ai giovani talenti del territorio. Come un colpo di fulmine: “Un anno dopo era già pronto un Ep, con tre brani inediti e due cover”, spiega Simona, che scrive i testi dei suoi brani, infondendogli intenzioni e sfumature. Da quel momento, per Meezy - diplomata all’istituto tecnico programmatori ‘Blaise Pascal’ e che fino a poco tempo fa immaginava un futuro da parrucchiera o in ambito militare - si è aperta una strada reale e concreta per realizzare il sogno. In estate partecipa al concorso ‘CapiTalent’ di Radio Capital, storica emittente italiana. E lo vince, imponendosi su una concorrenza di oltre 3600 voci emergenti. La sua cover di ‘I saved the world today’ degli Eurythmics rapisce la giuria (e incassa anche i complimenti social dal duo Annie Lennox & David A. Stewart): la ventenne foggiana viene chiamata ad aprire il concertone organizzato per i 20 anni di Radio Capital, in piazza del Popolo, a Roma, esibendosi sullo stesso palco di Nile Rodgers & Chic: “Una delle emozioni più grandi della mia vita”, confessa ancora incredula. Con i suoi produttori, lavora al brano ‘Love on Christmas Day’ che è diventato il brano natalizio di Radio Capital, l’inedito che apre la compilation ‘Black or White’, distribuito da Universal, con ventuno brani selezionati da Massimo Oldani e Luca De Gennaro. “Per la prima volta mi sono resa conto che, piano piano, sto realizzando tanti piccoli sogni che possono portarmi a fare della musica il mio lavoro. E’ stata una grande emozione incontrare tante persone che credono nel mio progetto e vogliono lavorare con me. Il mio Ep è arrivato sulla scrivania di Universal (che ha distribuito anche la compilation di Natale) ed è in progetto la realizzazione di un singolo per questa importante etichetta musicale. Insomma - continua Simona - questa avventura inizia a farsi sempre più importante e vale la pena continuare a provarci. E a crederci fino in fondo”. Dal canto suo, Simona - oltre ad una pasta vocale originalissima e ad una raffinatezza d’interpretazione che colpisce - ha le idee chiare: non esclude a priori i talent televisivi (“un trampolino di lancio che può portarti in alto o farti precipitare in un baratro. Ma è un rischio che potrei anche decidere di correre”, spiega) e vuole farcela da sola. “So bene che questo tipo di percorso è più difficile. Ma quello che io seguo non è la fama: vorrei fosse la mia musica a parlare per me. Oggi e sempre”.        m.g.f.

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf