Astrologia, la scienza della felicità

Astrologia, la scienza della felicità

Le basi di una scienza antica, che è anche la più moderna
Come i cambiamenti del cielo si riflettono sugli esseri viventi

L’Astrologia è una scienza antica, ma anche la più moderna; di certo non è “superstizione”, e la persona che la conosce è già padrona del futuro. Perché Astrologia “esoterica”? Esotericos in greco significa interno, ovvero appartenente ad una saggezza antica, che ha messo in relazione la sfera interiore - la parte emozionale e immateriale dell’essere - con le leggi apparentemente soltanto fisiche che regolano l’Universo.
Il modello astrologico tiene conto che la personalità sia influenzata da alcuni fattori principali. Sicuramente un fattore ereditario, non parliamo di geni, ma di schemi di comportamento che abbiamo visto mettere in atto dai nostri genitori, e dagli altri importanti, conosciuti nella nostra infanzia, quindi l’ambiente, il luogo di nascita. Una specie di fermo immagine di “Conio”, per capirci meglio. E fin qui ci siamo anche con la Psicologia della scienza ufficiale.
La Psicologia esoterica tiene conto anche di una natura superiore, una parte sottile eterna e immortale, una sorta di coscienza dal significato ancora più sublime. Proprio su questa parte dell’essere - come sosteneva il “Motto d’Ermete” Come in alto, cosi in basso - intervengono quei cambiamenti che, dal cielo, si riflettono sugli eventi della Terra e quindi sugli esseri viventi.
Esiste quindi una forza fisica, in strettissima relazione con quella sottile, una sorta di energia, di magnetismo. La terra stessa è un magnete, quindi non si fa fatica ad immaginare un’influenza sul campo magnetico dell’uomo. Se considerassimo ora anche il magnetismo solare, lunare e di altri pianeti mille volte la massa terrestre (Giove) ci viene facile capire che è difficile sottrarsi a questa forza.
Immaginate la Luna, le sue corrispondenze col ciclo ormonale delle donne, la gravità lunare che causa il fenomeno delle maree, come può non influenzare il bagaglio emotivo e mentale dell’uomo? Fino a due secoli fa le leggi inglesi riconoscevano delle attenuanti ai lunatici, che commettevano crimini nelle fasi di plenilunio, come una sorta di incapacità di agire derivante dall’influsso del disco bianco. Altri pianeti quindi anche se distanti, con i loro transiti hanno effetto sugli umani e sulla natura.
Infine ci chiediamo, dopo tutto questo esiste un vero segreto per la felicità? Rispettare la legge “Universale”, la natura, aiutare gli altri, ma non tramite un piccolo gesto di donare denaro ad uno sconosciuto, giusto per scaricarsi la coscienza, ma donare il proprio tempo che è il bene più prezioso. Saper riconoscere chi ha davvero bisogno di aiuto, e non lo chiede per dignità per vergogna, amici, parenti, persone del nostro quartiere, far del bene non deve per forza avere un sapore “esotico”.
In altre parole cerchiamo di “ scoprire “ chi ha davvero bisogno di aiuto, gli “invisibili” non per forza quelli che rientrano già nei piani di assistenza delle istituzioni. Inoltre sfruttare i transiti positivi dei pianeti, per avere maggiore possibilità di successo nei nostri piani di vita, nelle tre modalità principali: amore, denaro, equilibrio psicofisico.
Quindi un caro saluto a chi ha avuto pazienza di leggermi fin qui. In conclusione: ogni tanto guardare in alto può schiuderci luminosi orizzonti, non trascurando mai i bisogni materiali, poiché anche di materia siamo fatti.
Gran Maestro Eccelso
Antonio Torre - Centro Ghost

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf