La Publicentro festeggia i primi 25 anni

La Publicentro festeggia i primi 25 anni

Presso Posta Guevara festeggiato l’anniversario per una delle agenzie pubblicitarie più longeve di Foggia

Un percorso scandito da liaison professionali ormai solide e durature e da due free-press divenuti un punto fisso nel panorama dell’editoria

Come una storia d’amore. Ma fatta di depliant, brochure aziendali e manifesti 6x3, di pagine a colori o in bianco e nero e di slogan vincenti. Una lunga storia fatta di pubblicità, personaggi, informazioni, insomma. Tutto al servizio della città, per la città. Foggia e la Publicentro festeggiano le loro “nozze d’argento”, una unione forte e duratura scandita da liaison professionali ormai solide e da due free-press divenuti ormai un punto fisso nel panorama dell’editoria locale e familiari nelle case di tutti i foggiani. Un anniversario importante per l’azienda e per il suo fondatore - il foggiano Franco Di Gemma (l’intervista nella pagina accanto) - che in questa occasione celebra un doppio traguardo: il primo professionale, l’altro di vita. Da una parte, i 25 anni di attività della Publicentro, dall’altro i suoi 50 anni.

Di Gemma ha dedicato metà della sua vita - ed è la matematica a dirlo - alla sua “creatura”: la Publicentro, appunto, un’azienda in grado di offrire risposte concrete in materia di grafica, stampa e distribuzione materiale pubblicitario. Un traguardo importante, soprattutto se tagliato in una città complessa come Foggia e in un contesto insidioso come quello dell’editoria e della pubblicità. Insomma, una tappa professionale considerevole, che lo stesso Di Gemma ha voluto festeggiare presso l’agriturismo “Posta Guevara”, insieme alla sua famiglia allargata: quella di sangue e quella professionale, ed i suoi amici e clienti storici. Riavvolgendo il nastro della storia recente, attraverso le campagne della Publicentro e le sue pubblicazioni è possibile ripercorrere la storia della città, dal punto di vista sociale ed economico, politico e di costume: moda e tendenze, nuove aperture e offerte imperdibili sono state raccontate attraverso le campagne pubblicitarie create ad hoc dall’azienda al Villaggio Artigiani, che può contrare su uno staff di grafici e pubblicitari professionisti, su una rete di distribuzione puntuale e impeccabile e su due free press, detonatori di informazioni.

Dopo 25 anni di onorata e consolidata carriera, infatti, la Publicentro è una delle agenzie pubblicitarie più longeve di Foggia e può contare su uno staff validissimo, tra personale dipendente e collaboratori esterni, impiegati nei tre progetti-satelliti: la Promopost (specializzata nella diffusione di materiale pubblicitario) ed i free press Piazza Affari e 6Donna Magazine. Oggi l’azienda è una delle poche a poter offrire ai suoi clienti un servizio completo, “chiavi in mano”: dalla progettazione grafica della pubblicità alla sua distribuzione logistica, con soluzioni “tagliate” sulle esigenze di ognuno secondo target cliente e tipologia merceologica.

Un risultato che è stato reso possibile grazie alla professionalità e alla costanza dimostrata in questi anni, che ha permesso all’azienda di godere della fiducia della città, dei suoi investitori e dei tanti inserzionisti che scelgono le grafiche accattivanti e i mezzi targati Publicentro. “In tutti questi anni, non ho mai tradito la fiducia dei clienti, non ho mai fatto promesse che non ero sicuro di poter mantenere; l’attività della Publicentro è stata sempre orientata al rispetto del cliente, piccolo o grande che fosse. Questa regola sono riuscito a trasmetterla anche ai miei collaboratori, mettendo su una squadra orientata sempre alla soddisfazione finale dei committenti”, ha spiegato il suo fondatore. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti: nel corso degli anni sono stati stretti rapporti lavorativi ormai ventennali, con aziende importanti come il gruppo Siem – Euronics, dal 1991, i supermercati ‘La Prima’, dal 1996 e il gruppo Megamark, meglio conosciuto a Foggia come supermercati Dok, dal 1992. Tutti insieme, come una grande famiglia, per una lunga strada da percorrere. In attesa del prossimo traguardo. Save the date: 2040.

Maria Grazia Frisaldi

Lascia un commento

n. 10 / Dicembre 2017

Scarica la tua copia in pdf